Riqualificazione Piazza Sempione – Resoconto incontro 2 Febbraio

Resoconto incontro Commissione Politiche Ambientali congiunta con la Commissione Lavori Pubblici/Mobilità del 2 Febbraio 2021 per progetto di riqualificazione di Piazza Sempione.

Il 2 febbraio 2021 alle ore 11 si è svolta la Commissione Politiche Ambientali congiunta con la Commissione Lavori Pubblici/Mobilità avente ad oggetto il progetto di riqualificazione di Piazza Sempione.

Il comitato di quartiere è stato invitato per la prima volta in qualità di ospite che può prendere parola: è venuto a conoscenza del progetto dal quotidiano Repubblica il 25 gennaio scorso.

Il presidente Caudo ha illustrato brevemente il progetto nei suoi punti salienti: dopo 15 minuti circa ha lasciato la riunione per altro impegno istituzionale. Ha promesso di convocarne altre in sua presenza e ha lasciato all’assessore ai LLPP Pieroni e al vicepresidente del municipio, l’assessore Sampaolo, l’interlocuzione.

Coordina la riunione Matteo Pietrosante, consigliere LEU: sono presenti l’Ufficio Tecnico e numerosi consiglieri. E’ inoltre presente la ditta aggiudicataria della gara a procedura negoziata, lo Studio BRADASCHIA srl di Trieste.

Numerose osservazioni critiche e di perplessità da parte di molti consiglieri: non si discute tanto il merito del progetto, che rispecchia ovviamente quanto richiesto dalla stazione appaltante, quanto il mancato confronto nonché la mancata partecipazione sia dei consiglieri che delle rappresentanze territoriali. Il progetto è definitivo esecutivo come si evince dalla delibera del 29 ottobre 2020 n. 25 che lo approva per euro 700.000 e che si allega:

Il progetto è finalizzato al miglioramento della qualità dei tre assi stradali e aree limitrofe, come strade a servizio del territorio comunale, aumentando il livello di sicurezza dei cittadini attraverso il rifacimento della pavimentazione stradale degradata nonché di tratti di marciapiedi che si trovano in grave stato di degrado …” omissis di garantire la manutenzione e gestione delle strade nonché il controllo tecnico dell’efficienza delle medesime e delle relative pertinenze;

inoltre ha il fine di :

– garantire il mantenimento della funzionalità della pavimentazione stradale e degli annessi;

– riqualificare aree urbane degradate recuperandole all’uso funzionale della pedonalità e della qualità urbana.

dal contratto di appalto come da DD a contrarre indizione di gara del 18/12/2020

Oggetto: Determina a contrarre, indizione gara mediante procedura negoziata ai sensi dell’art. 36, c. 2, lett. c-bis
e c. 6 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., per l’affidamento dei lavori per la “Riqualificazione Piazza Sempione PT20200644” Importo complessivo € 700.000,00 – CUP J87H20003260004

E “Interventi sulla mobilità ai fini della sicurezza e per la moderazione del traffico PT20200604” Importo complessivo € 210.000,00 – CUP J87H20002690004 CIG:85658581A4

2 finanziamenti per un totale di 910.000 euro

di cui 700.000 per riqualificazione piazza Sempione

210.000 per Interventi sulla mobilità ai fini della sicurezza e per la moderazione del traffico

Fatte queste premesse il progetto è stato analizzato in dettaglio anche grazie alle esaustive ed importanti spiegazioni del progettista con rendering: sebbene sia definitivo-esecutivo vi sono numerosi dettagli ancora in progress dunque siamo in attesa di ulteriore versione che pubblicheremo appena sarà in nostro possesso.

L’assessore Sampaolo, dopo aver narrato alcuni dei tratti distintivi della piazza, cuore civile e religioso del quartiere, la definisce come l’unica, di tutto il quartiere Montesacro, pedonalizzabile e ne enfatizza la valorizzazione attraverso il progetto di cui si parla da tanto tempo in seno all’amministrazione. Il consigliere Pietrosante correttamente riporta che attualmente, oltre a taluni uffici, servizi e la sala matrimoni, Il municipio ospita Il centro di Orientamento al lavoro, la sala lettura del Fondo Troiano, inaugurazione 4 febbraio,e le aule studio Giulio Regeni, già fornite di banchi e con apertura imminente. Si auspicherebbe, come comitato, anche un centro anziani. Il consigliere Pieroni spiega, con riferimento alla scelta di riqualificare questo luogo piuttosto che altri, che vi sono ben 14 progetti in corso sul territorio. La tempistica della gara a procedura negoziata è obbligatoria e standardizzata, ad es. accensione mutuo Cassa Depositi e prestiti, etc.

Premesso che i pareri di sovrintendenza statale e comunale sono stati acquisiti e molto stringenti e i permessi di rito pure rilasciati, vengono esposti di seguito i punti salienti del progetto:

  1. pedonalizzazione di tutta l’area parcheggio antistante l’edificio principale del Municipio
  2. la pavimentazione dovrebbe essere in leuticite in lastre, questo il materiale proposto, e verrà riqualificata la pavimentazione situata sotto i portici del municipio. I portici non possono essere chiusi con cancellate , come da indicazioni della Sovrintendenza
  3. sono previste panchine lato sud, adiacenti corsia bus
  4. dovrebbero essere fatte salve la banchina realizzata nel 2019 e la corsia riservata ai taxi
  5. installazione di 33 pali della luce per illuminazione della piazza
  6. vengono garantiti i parcheggi per i disabili con diminuzione di circa 10 postazioni ordinarie
  7. a compensazione dei posteggi perduti viene creato un nuovo parcheggio con entrata ed uscita lato sud della piazza – farmacia con carico scarico, per intenderci. Altre soste a spina lato sinistro Corso Sempione
  8. è previsto ampliamento spiazzo del sagrato ed istituita idonea sosta carri funebri
  9. spostamento statua della Madonna davanti alla scalinata della chiesa: dalla statua, come da indicazioni della Sovrintendenza, vengono rimossi i due basamenti. La statua viene tolta dall’inquinamento, pulita ed avvicinata ai fedeli.
  10. le corsie nell’immissione sulla piazza sono le stesse mentre su corso Sempione viene eliminata la corsia di sinistra per consentire la creazione di parcheggi a spina determinando un restringimento di carreggiata ma “saranno meglio indirizzati i flussi di traffico, come confermato dal Dipartimento Mobilità”
  11. rifacimento marciapiede di via Monte Subasio , marciapiedi corso Sempione e se possibile, via Maiella
  12. mancanza di zone d’ombra: la sovrintendenza non ha concesso alberature. Verranno invece ripristinate su corso Sempione
  13. non è prevista una pista ciclabile per mancanza di spazi sufficienti per garantire soste, attraversamenti e marciapiedi
  14. delimitazione piazza con paletti e catenelle come stabilito da sovrintendenza

 

Alle numerose osservazioni critiche di alcuni consiglieri, non al progettista ovviamente, ma al progetto così come commissionato, aggiungiamo le nostre, a seguito di osservazioni di molti cittadini e associazioni presenti sul territorio.

  1. Trasversale il disappunto per essere stati esclusi dal minimo necessario confronto dinanzi ad un intervento di tale portata nel cuore civile e religioso di città Giardino e dei suoi caratteri identitari. Il comitato accoglie con grande entusiasmo la possibilità per l’amministrazione di destinare una così importante somma al territorio; trova tuttavia singolare non aver nemmeno potuto comprendere come mai, in seno alla sola giunta, sia stato concepito un progetto sbilanciato a favore della pedonalizzazione senza minimamente considerare che in una Città come la nostra, strutturalmente e cronicamente   carente di trasporto pubblico, il ricorso alla vettura privata è una necessità e non un vezzo o un vizio. L’ Europa chiede questo, risponde il municipio: mobilità ecosostenibile e pedonalizzazione; è a dir poco evidente constatare che nella Capitale noi non abbiamo servizi di trasporto all’altezza dell’Europa.
  2. Probabile uso di un materiale pregiato per la pavimentazione : se abbiamo bene inteso abbastanza scuro, la leuticite: una consigliera ha osservato molto argutamente che in assenza di alberature il materiale scuro in estate renderà la piazza scarsamente fruibile durante il giorno
  3. Panchine lato sud: praticamente adiacenti il traffico
  4. I recenti lavori relativi alla corsia taxi e alla banchina dovrebbero essere fatti salvi e questo crediamo sia importante e coerente con la spendita di denaro pubblico
  5. Sull’illuminazione ci riserviamo di esprimerci poiché al momento possiamo solo immaginare la fruizione serale notturna, ma un’illuminazione così importante lascerebbe pensare a grandi flussi di persone ed eventi che vanno gestiti e sostenuti anche e soprattutto con riferimento alla sicurezza e alla quiete delle ore notturne.
  6. La diminuzione dei parcheggi ovviamente renderà ancora più difficile l’accesso ai servizi municipali, all’ufficio postale e alla chiesa. Gli stessi impiegati e funzionari del municipio avranno maggiori difficoltà nel reperire un parcheggio.
  7. Il parcheggio lato farmacia crediamo sia ancora in fase di definizione, attendiamo progetto definito, visto che è già…definitivo e non è un gioco di parole.
  8. Sull’ampliamento del sagrato e la prevista sosta dei carri funebri occorre visualizzare l’attuale percorso “minimo” che i trasportatori compiono col peso a spalla e come cambierà tale percorso, visto che dovranno passare accanto alla statua.
  9. Lo spostamento della statua che si trova sulla piazza dal 1948, con la sua carica di simbolo religioso ma anche di riferimento identitario storico di Città Giardino, sta suscitando non poca inquietudine e spesso disappunto; ci si chiede da più parti se si sia fatto abbastanza per intraprendere un dialogo per tempo almeno con l’autorità religiosa. E’ quantomai singolare che tutto il progetto ruoti intorno a tale spostamento: non si nega in assoluto che possa avere taluni aspetti vantaggiosi, ma ci chiediamo se il modus operandi poteva essere maggiormente rispettoso. Il posizionamento della statua sul sagrato la rende di certo possibile oggetto di atti vandalici. Infine con riferimento al precedente punto i trasportatori dovrebbero aggirarla, se abbiamo bene inteso ovviamente. CI riserviamo di capire meglio.
  10. L’eliminazione della corsia su corso Sempione dovrebbe costituire un più ordinato incanalamento delle vetture: dai fruitori quotidiani- in tempi ordinari ovviamente- arrivano dissensi pieni – poiché ciò costituirà di certo una sosta maggiore al semaforo delle centinaia di vetture che confluiscono sulla piazza, che, lo ricordiamo, è l’unica possibilità di uscita da Città giardino, di tutti i residenti che si dirigono verso centro o verso scuole, servizi etc., si tratta cioè di una piazza con una vocazione veicolare potremmo dire “forzata”. A questi si aggiungono anche le vetture provenienti da Talenti e dalla Nomentana nord in generale. La piazza è uno dei nodi veicolari di tutta Montesacro.
  11. Sono ancora in corso di definizione alcuni dettagli sul marciapiede di via Monte Subasio e forse la possibilità di estendere il rifacimento anche al marciapiede di via Maiella – solo lato edifici Ater?. Corre l’obbligo di evidenziare lo stato di assoluta fatiscenza in via Maiella, anche del marciapiede lato parco_ fermate autobus.
  12. La mancanza di alberi, come da disposizioni della sovrintendenza, renderà meno fruibile la piazza di giorno: di sera e di notte il problema invece non si pone…
  13. Molti cittadini hanno criticato la mancata previsione di una ciclabile. Sul punto onestamente esprimiamo qualche perplessità per via della necessità di raccordare la congestione già preoccupante della piazza, ma è un argomento importante da approfondire insieme collegandolo alle altre piste ciclabili esistenti e in corso di realizzazione.

 COSA CHIEDE IL COMITATO DI QUARTIERE

  • Il comitato ha già chiesto di ottenere il progetto definitivo per capire meglio l’impatto complessivo dello stesso sulla funzionalità di una piazza ad alta vocazione veicolare.
  • Chiede un dialogo ed un maggior confronto su possibili ed eventuali varianti da condividere.
  • Esprime preoccupazione per quanto concerne la possibilità che, riqualificata, divenga luogo di malamovida e si replichi quanto accade su v.le Gottardo in tempi ordinari e cioè che i residenti non dormano fino alle 4 del mattino e oltre. Vero è che oggi in piazza Sempione vi sono solo un bar ed una ditta di traslochi ma i numerosi locali sfitti potrebbero divenire preda in poco tempo di altri gestori di food and beverage di cui il quadrante risulta saturo. Non certo si assisterà alla rinascita dei negozi di vicinato o librerie ad es.
  • Chiede, in merito al delicato punto sullo spostamento della statua un confronto dell’amministrazione, in particolare con la comunità religiosa, per cercare possibili soluzioni alternative.

Infine, il comitato non chiede la realizzazione di una utopistica città ideale, ma di affacciarsi alla finestra e vedere come la comunità faccia fatica spesso nella sua quotidianità, nelle dimensioni private, pubbliche e lavorative di ciascuno, con particolare riferimento alla mobilità e dunque attenda soluzioni funzionali al miglioramento di questo aspetto prioritario.

Resta disponibile al dialogo e al confronto costruttivo con la cittadinanza e con le istituzioni.

Questa voce è stata pubblicata in Attività del Comitato. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...