Occupazioni suolo pubblico: abusi ed irregolarità in merito di deliberazione comunale n. 81 del 6 luglio 2020 . Violazione della quiete pubblica art. 659 codice penale. Violazioni del regolamento di polizia urbana, artt 1 , 2 , 3, 4 , 5, 12, 14, 17, 18, 24 e 28. Violazioni del codice della strada: parcheggi in doppia fila, art. 158 c. 2 lettera c del codice della strada . Richiesta installazione di 3 telecamere, una in piazza M. Agrippa e due in viale Gottardo nei punti di maggiore concentrazione dei locali.

Pervengono ormai numerose segnalazioni a questo comitato di irregolarità ed abusi di occupazioni di suolo pubblico su tutta l’area di Città Giardino, con particolare riferimento a viale Gottardo, Piazza Menenio Agrippa e via Cimone. Un numero indefinito di tavolini invadono ormai tutti i marciapiedi impedendo e/o ostacolando il passaggio ai residenti.

Ancor più allarmanti, dal punto di vista della sicurezza, della salute, visto che l’emergenza Covid non è cessata, e dell’incolumità pubblica, gli assembramenti, con particolare concentrazione dopo l’una del mattino e fino alle 3 e mezza circa, di avventori in piedi e privi di mascherina, che urlano e schiamazzano liberamente, senza nessun controllo, nelle strade e sotto le civili abitazioni di Città Giardino. A ciò si aggiungono vetture in doppia fila e clacson selvaggi. Risultano inutili le segnalazioni al n. 112.

Si rammenta, ove ve ne fosse bisogno, che il carattere di straordinarietà della deliberazione capitolina sulle osp in questione, non va in deroga alle norme ordinarie vigenti e, in particolare, al Regolamento di polizia urbana.

A seguito del ritorno ad orario libero dei locali di somministrazione, a decorrere dal 14 giugno scorso, si verificano ogni notte violazioni del codice penale, art 659, disturbo alla quiete pubblica e violazioni costanti del Regolamento di polizia urbana i cui punti salienti si citano di seguito :

art 1. c. 1 ..Il presente Regolamento reca norme di comportamento finalizzate a promuovere la cultura della legalità, lo spirito della comunità, a solidarietà e dl sviluppo della coscienza civile…

art.1 c.2     Per il perseguimento dei fini di cui al precedente comma, il presente Regolamento disciplina i comportamenti influenti sulla vita della comunità cittadina in materia di:

a) attività economiche ed esercizio di mestieri negli spazi pubblici

b) occupazione degli spazi pubblici

c) sicurezza urbana e decoro ambientale

d) condotte rispettose della civile convivenza e tutela della quiete pubblica e privata

art.2 

Incolumità Pubblica: integrità fisica della collettività e l’insieme dei provvedimenti diretti a tutelarla; SI RICHIEDE APPLICA ZIONE

Sicurezza Urbana: il bene pubblico da tutelare mediante attività poste a difesa della vivibilità nei centri urbani e del decoro della città…omisis..interventi integrati …volti alla prevenzione della criminalità, in particolare di tipo predatorio…omissis, prevenzione e contrasto anche con  interventi integrati, dell’insorgere di fenomeni criminosi o di illegalità, quali lo spaccio di stupefacenti…omissis, la lotta ai fenomeni di abusivismo commerciale, l’illecita occupazione di spazi pubblici nonché le condotte violente, anche legate all’alcool o all’uso di sostanze stupefacenti;

Decoro Urbano …ben primario della comunità locale che, assicurata ad adeguati livelli qualitativi, garantisce la piena fruibilità dello stesso da parte dei cittadini;

Convivenza Civile osservanza delle norme relative alla vivibilità, all’igiene e al rispetto delle persone nonché alla tutela e crescita del senso civico di appartenenza ad una comunità che aspira a vivere serenamente in un ambiente sano e armonioso, tenendo i comportamenti che si concretizzano non solo nella cura e nel rispetto del territorio urbano, ma anche nell’impegno a garantire una corretta e civile convivenza;

Utilizzazione Dei Beni Comuni: l’uso dei beni comuni per l’esercizio, di norma temporaneo, di attività consentite da leggi e disposizioni regolamentari, anche di carattere privato”. (Uso dei marciapiedi nel caso in questione)

art.3      Attività di polizia urbana e collaborazione con la comunità cittadina: questo lo scopo della nostra segnalazione.

Di seguito riportiamo le violazioni del regolamento che si verificano ogni notte in Viale Gottardo e limitrofe, Piazza Sempione, Via Cimone con testimonianze dirette dei cittadini.

art 4      Comportamenti vietati nei luoghi pubblici:

b) bivaccare intendendosi per bivacco lo stazionare consumando cibi e bevande in modo scomposto, contrario al decoro e/o senza curare la raccolta dei rifiuti eventualmente prodotti (carta, bottiglie, lattine etc) : ciò accade ogni notte nelle vie sopracitate

e) espletare bisogni fisiologici al di fuori dei luoghi a ciò destinati: ciò accade ogni notte nelle vie sopracitate

m)abbandonare qualsiasi genere di rifiuti, anche di piccolissime dimensioni, su suolo pubblico ed aree verdi… ciò accade ogni notte nelle vie sopracitate

n) abbandonare i mozziconi dei prodotti del fumo sul suolo..omissis, i fumatori che non siano in possesso di posacenere portatili, devono obbligatoriamente conferire mozziconi negli appositi contenitori :   ciò accade ogni notte nelle vie sopracitate

art. 2 sanzioni previste: se ne richiede applicazione integrale

ART 12 IMMISSIONI ACUSTICHE MOLESTE

  1. fatto salvo quanto previsto dall’art.659 del codice penale e della normativa in materia elettorale, è vietato emettere grida e schiamazzi, sia di giorno che di notte, nei luoghi pubblici o aperti al pubblico transito, salvo le ordinarie emissioni acustiche dovute a manifestazioni autorizzate dalle competenti autorità. TALE ARTICOLO VIENE VIOLATO OGNI NOTTE NELLE VIE SOPRACITATE, SI CHIEDE APPLICAZIONE SANZIONI
  • Dalle ore 23 alle ore 8 le emissioni sonore in locali o abitazioni private non devono comunque superare il limite della normale tollerabilità prevista dal codice civile nei rapporti tra privati. TALE ARTICOLO VIENE VIOLATO OGNI NOTTE NELLE VIE SOPRACITATE, SI CHIEDE APPLICAZIONE SANZIONI
  • Nei luoghi pubblici o aperti al pubblico l’uso di strumenti musicali o di riproduzione musicale, nonché gli altri strumenti sia di trasmissione che di amplificazione dei suoni o delle voci, anche a scopo pubblicitario, devono essere autorizzati; nelle abitazioni e nei luoghi privati, l’uso di tali strumenti a fini privati non deve arrecare molestia alla quiete dei vicini e, comunque, dalle ore 22.00 alle ore 8.00, i suoni non devono superare il limite della normale tollerabilità prevista dal codice civile nei rapporti tra privati. Fermo restando quanto previsto dal vigente Codice della Strada L’emissione sonora generata dai medesimi strumenti a bordo di veicoli, sia in sosta che in movimento, non deve propagarsi al di fuori dell’abitacolo dei veicoli stessi.TALE ARTICOLO VIENE VIOLATO OGNI NOTTE NELLE VIE SOPRACITATE. SI CHIEDE APPLICAZIONE SANZIONI

14) DISCIPLINA DEL SUOLO E DELLO SPAZIO PUBBLICO:

E’ vietato installare all’esterno dei locali commerciali dispositivi di amplificazione e riproduzione sonora …  

Nell’utilizzo di gruppi elettrogeni si devono rispettare le vigenti norme poste a tutela dell’ambiente e della sicurezza pubblica. In ogni caso la collocazione ed il funzionamento dei generatori devono essere tali da non arrecare danno e molestia di qualsiasi natura alle persone e alle cose.

         17)OBBLIGHI DEGLI ESERCENTI

     1. Il titolo abilitativo per l’attività esercitata e l’eventuale concessione del suolo pubblico comprensiva di planimetria e dei metri quadrati autorizzati devono essere esposti in modo chiaro e ben visibile al pubblico e ai pubblici ufficiali addetti al controllo e alla vigilanza.

2. I gestori degli esercizi commerciali, di pubblico spettacolo, artigianali e di servizi delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, nonché gestori dei circoli privati abilitati alla somministrazione e di tutti gli altri assimilabili luoghi di ritrovo, hanno l’obbligo di porre in essere, sia nel locale che nelle sue adiacenze, tutte le cautele possibili per evitare comportamenti degli avventori che arrechino disturbo alla quiete pubblica, nonché disagio o pericolo per la propria e altrui incolumità.

3. Negli spazi pubblici antistanti gli esercizi commerciali e le loro pertinenze, i titolari o i gestori hanno l’obbligo di rimuovere ogni ingombro e rifiuto, provvedendo all’ordinaria pulizia dell’area, …omissis

ART 18 Uso dei servizi igienici: la quantità degli avventori non è sostenibile a livello di servizi igienici dai locali di somministrazione, ecco perché si verifica costantemente la violazione dell’art 4 lettera e).

ART 24 Tutela dei parchi, giardini pubblici ed aree verdi

…omissis: è vietato

f) utilizzare attrezzature e i giochi in modo improprio o comunque arrecare danno alla struttura: al parco Bolivar di notte accade, essendo aperto sempre.

l) bere e detenere alcolici in aree verdi o giardini pubblici urbani, salvo negli spazi permanentemente autorizzati e destinati a somministrazione: ciò si verifica ogni notte al parco Bolivar.

Art. 28 Orari di Somministrazione e vendita

c) dalle ore 23.00 alle ore 7.00 nelle strade pubbliche o aperte a pubblico transito e nelle aree verdi non recintate, è vietato il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in ogni genere di contenitore;

d) dalle ore 3.00 alle ore 7.00 è vietata la somministrazione di bevande alcoliche

Questo articolo viene sistematicamente non rispettato

Tutto ciò premesso, al fine di ripristinare uno stato di sicurezza dei luoghi ed il ripristino di un livello adeguato di legalità e civile convivenza, si richiedono:

  1. Verifiche puntuali sul posto in materia di occupazioni di suolo pubblico ovvero di corrispondenza tra la superficie concessa e superficie occupata; rimozione immediata di tutte le superfici irregolarmente o abusivamente occupate;
  • Controlli sul rispetto degli orari di somministrazione e vendita;
  • Controlli in loco a partire dall’una di notte e fino alle 3 e mezza del mattino degli assembramenti costanti e sanzioni corrispondenti a tutte le violazioni indicate in oggetto
  • Istallazione nell’immediato di 3 telecamere in viale Gottardo nei punti di maggiore concentrazione dei locali. 

CDQ Città Giardino

Una risposta a

  1. Paolo Conte ha detto:

    Se non denunciate quanto sopra alla Procura della Repubblica, non otterrete nulla. E’ tempo perso.
    La denuncia deve essere estesa anche contro le forze dell’ordine (Carabinieri, Vigili Urbani, Polizia di Stato) per omissione di atti di ufficio, visto che tutti i reati da voi sgnalati, avvengono quotidianamente.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...